.
Annunci online

loscarafaggio

insulti e pregiudizi

diario 18/5/2011

 

ci risiamo, gli ultrà di dio, gli irriducibili della fede (?) non conoscono stanchezza. E soprattutto non conoscono il significato della parola rispetto. Così, dopo il messaggio di ieri del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione della giornata contro l’omofobia oggi passano all’attacco definendo “vergognose” le parole del capo dello Stato. “ Sempre più Napolitano – si legge sul sito integralista Pontifex – si rivela per quello che è stato per tutta una vita: un comunista che in vecchiaia ha sposato le tesi dei radicali. In altre parole Napolitano è lontano migliaia di anni luce dalla morale cristiana”.
La quale morale, almeno secondo Pontifex, accomuna “cannibalismo, pedofilia, necrofilia, coprofilia, adulterio, omosessualità praticata e similari” che rappresentano un disordine “nella psiche, nel corpo e nell’anima. I peccati sessuali contro natura gridano vendetta al cospetto di Dio”.
Se fossi cattolico avrei di che vergognarmi. Anche se qualcosa mi suggerisce che alla fin fine sono loro i primi a non credere seriamente a ciò che dicono. Diversamente non riuscirei a spiegarmi come regolarmente riescano ad assolvere “l’unto del Signore” dai suoi “peccatucci”. Ma si sa che a volte anche i più solerti difensori della fede possono essere di manica larga e molto comprensivi con i deboli di spirito quando questi sono pronti a mostrare ravvedimento. Magari sotto forma di finanziamenti alle scuole cattoliche…